in Vivere altrove

Le valigie

La valigia del pittore ha più pennelli che calzini e tanti colori quanti ne ha l’arcobaleno, per ritrarre albe e tramonti e tutte le sfumature che si trovano nel mezzo. Ci sono fogli bianchi, blocchi e blocchetti, gomme, matite, acquaragia e un cavalletto pieghevole.

La valigia del musicista ha la forma di una chitarra, di un violino, di un contrabbasso o di un clarinetto. Ne ho viste alcune persino a forma di arpa. Erano enormi, ma silenziose. Dentro ci sono corde di ricambio, plettri, archetti (…)

Continua sul sito de La Stampa

Scrivi un commento

Commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.