in Vivere altrove

Le valigie

La valigia del pittore ha più pennelli che calzini e tanti colori quanti ne ha l’arcobaleno, per ritrarre albe e tramonti e tutte le sfumature che si trovano nel mezzo. Ci sono fogli bianchi, blocchi e blocchetti, gomme, matite, acquaragia e un cavalletto pieghevole.

La valigia del musicista ha la forma di una chitarra, di un violino, di un contrabbasso o di un clarinetto. Ne ho viste alcune persino a forma di arpa. Erano enormi, ma silenziose. Dentro ci sono corde di ricambio, plettri, archetti (…)

Continua sul sito de La Stampa

Scrivi un commento

Commento