Qualcosa di più di semplici righe tracciate su una cartina

Poche ore dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015, il Presidente francese Hollande dichiarò la chiusura momentanea delle frontiere. Era il primo provvedimento previsto dallo Stato d’emergenza. Ricordo la notte seguente, insonne, tra sgomento e incredulità. Ripristinare i controlli doganali sembrava, in un contesto di massima allerta, l’unica cosa sensata da fare. Occorreva impedire […]